FINE DELLA FINE

Eccoci qui, all’ultimo mese dell’ultimo anno di questo super-intensivo viaggio di 9 anni di espansione e trasformazione interiore considerevole. Siamo giunti alla “fine ufficiale della fine”, alla conclusione delle conclusioni di un ciclo leggendario di esperienza umana e, come conseguenza, ognuno di noi, singolarmente, viene festeggiato dai tanti esseri celesti che hanno collaborato con noi dandoci ispirazione e suggerimenti.

Il culmine di questo ciclo di 9 anni ha offerto a ciascuno di noi la capacità di unificare ogni aspetto del DNA, attraverso l’accettazione totale e l’integrazione delle nostre ombre cioè quelle parti di noi che non erano state illuminate del tutto e quindi non viste dal nostro “rendercene conto”. Quelli di voi che hanno ripristinato la propria visione per vedere ogni parte di se stessi come AMORE sia nei pregi che nei difetti, entreranno nel nuovo ciclo di creazione con la capacità di sperimentare se stessi come Unificazione con l’energia del Creatore.
Il nuovo ciclo di creazione inizia l’1-1 e abbiamo superato (ognuno a modo proprio) un portale molto sacro (21.12.16), un portale che sta accelerando il profondo momento in cui riunirsi come AMORE.

Ci sono stati altri due eventi celesti che vi evidenzio, relativi ai nostri percorsi:

1) L’ultima super-luna 13 e 14 Dicembre che sta portando con sé qualche chiusura piuttosto definitiva, come la fine del gioco della dualità e il dissolversi dei sospesi karmici. Da quel momento, abbiamo incontrato alcune pallottole, create da “vecchi sospesi”, che hanno creato sconvolgimenti personali e collettivi, ma il tutto in preparazione del “ricominciare” con Vero Amore per Noi stessi.

2) Il 19 Dicembre Mercurio è entrato in moto retrogrado (per la quarta volta quest’anno) e, quindi, abbiamo la grandiosa opportunità di chiarirci le idee, acquisire una prospettiva nuova di zecca, dopo un anno di enorme introspezione e qualche batosta da sistemare! Questo opportunità ci offre soluzioni dell’ultimo minuto, risurrezioni e, specialmente, rivelazioni intuitive provenienti dalla “Luce”. Sono proprio queste ultime che ci aiuteranno veramente a guardare avanti, verso il nuovo anno. Sarà un periodo per riprocessare i nostri “valori”, dare un’ultimo sguardo all’esperienza del passato, al fine di proiettarci nell’ADESSO, facendo sì che superiamo consapevolmente quelle ultime schegge di paura, prima del rinnovamento del 2017.

Il 2016 è stato per molti tutt’altro che facile, ma ci è servito come anno efficace e essenziale, per evidenziare e intensificare qualsiasi aspetto di ciò che “NON VOGLIAMO” in modo che, se abbiamo svolto il lavoro interiore e preso decisioni utili alla nostra “crescita”, potremo concludere l’anno con un completamento magistrale.

Nel 2017 entreremo in molte alterazioni della realtà, come ci garantisce la vibrazione dell’1 (2+1+7=10=1), ma dobbiamo arrivarci con ZERO attaccamenti e ZERO aspettative e ZERO sensi di colpa … in completa fiducia e con la profonda consapevolezza che ciò che ci aspetta non è affatto come quello che ci siamo lasciati alle spalle. Per chi ha fatto un “lavoro di pulizia”, conquisterà le alte vette della Fede ma, con dedizione assoluta e magistrale uso dei propri “pensieri/semi” per proiettare la propria abbondanza.
Per chi non ha fatto nulla ed è rimasto fermo alla convinzione che “deve subire la vita e nulla si può cambiare”, sentirà un grande svuotamento che potrà risultare sfiancante e potrà tradursi nell’esaurimento della vitalità e delle proprie risorse sia creative che finanziarie che fisiche. Basterà spingersi fuori dalla zona di confort.

Tecnicamente parlando, la fine è già finita e l’inizio è già arrivato. Qualsiasi spazio rimasto tra queste due realtà, indica la paura restante che è rimasta all’interno di uno spazio rimasto da “curare” tra voi e VOI.
Non importa quanto sarà piccolo o grande questo buco, toccherà a Voi perdonarlo e riempirlo con AMORE.

Un abbraccio luminoso a tutti
Monica