COME UN FULMINE A CIEL SERENO
Energie di febbraio 2018 Monica Righi attraverso il Maestro El Morya

Cari Guerrieri di Luce,
Siamo insieme a Voi nei regni di Luce e porgiamo i nostri cuori e le nostre mani per accompagnarvi nel cerchio dell’Unità Cosmica.
State attraversando un momento unico nel suo genere per accelerare il processo evolutivo di riunificazione all’Uno. Significa che tutte le persone e i sistemi mondiali dogmatici, come religioni e nazioni, saranno costretti ad affrontare difficoltà.
Ognuno sarà tenuto a lasciare andare tutto ciò che non è in armonia con il Tutto.
Lasciate andare emozioni pesanti e si creerà ampio spazio al nuovo.
Stiamo lavorando per rilasciarvi maggiore coscienza di possedere il libero arbitrio.
Vi stiamo chiedendo maggiore volontà per unirvi alla vostra famiglia Animica.
Non abbiate paura a lasciare andare chi non vi valorizza.
Stiamo intervenendo con ogni mezzo energetico, per richiamare sempre più la vostra attenzione ad aiutarvi a Ricordare chi siete. Le vostre memorie si stanno ampliando. Il vostro DNA è programmato per questi tempi. Voi avete scelto questi tempi per unirvi al vostro progetto Divino.
Vi chiediamo di non farvi intrappolare dai vostri media che disinformano e diffondono paura e menzogne.

Influenzano le vostre menti con predizioni di catastrofi finanziarie, cataclismi e sventure.
Non nutrite l’energia negativa che corrode il vostro corpo.
E’ il tempo di andare avanti insieme con il cuore aperto e sicuri di ricevere il nostro Amore, il nostro sostegno e le nostre indicazioni strada facendo.
I tempi della separazione, dell’avidità e della sopraffazione si stanno concludendo e anche chi desidera mantenersi nell’illusione, sarà costretto a unificarsi al Creatore, chiedendo pace, perdono e guarigione.
Siete pronti a chiudere le porte con il passato, e ad aprirvi la strada per adempiere al vostro Piano Animico.
Siete i rappresentanti Terresti del Creatore di tutto e dove TUTTO è POSSIBILE.

Maestro El Morya
In un momento in cui mi è parso difficile venirne a capo, arriva lui: il Maestro El Morya.
La sua voce gentile interiore mi suggerisce di rimanere distaccata e osservare soltanto lo scatto di ira furiosa che il vicino di casa mi stava riversando addosso, ma senza intervenire e senza giudicare.
Mantenermi osservatrice mi ha permesso di vedere la sua proiezione come il frutto di antiche convinzioni seppellite nel suo inconscio da millenni.
La schiavitù del pensiero razzista, attira Spiriti Erranti che invitano il soggetto a scagliarsi contro chiunque sia diverso da se stesso e non ha il suo territorio di appartenenza: già ho la pelle bianca e sono emiliana!

Il Maestro mi indica di essere tollerante e distaccata perché ha soltanto paura e non ascolta. Si sente in colpa per un torto che, involontariamente, mi ha fatto.
Il Maestro mi dice: “Lascialo sfogare, è abituato ad essere punito al punto che ora fa tutto da solo ed è convinto che la miglior difesa sia l’attaccare per primo”.
Quanto è meraviglioso viaggiare in questo pianeta! Ogni volta che sei pronto a rafforzare una Maestria, ti viene data l’opportunità immediata per farlo!
Ok Maestro sono pronta; mi dice “appoggia la tua mano sul suo braccio e irradia amore alla sua anima”. Eseguo silenziosamente.
In qualche secondo si calma, gli occhi infuocati si rilassano e si abbassano, il tono va calando fino ad azzittirsi. Finalmente ora è ricettivo.
Indicata, posso soltanto dire “stai tranquillo che è possibile PERDONARE tutto e abbiamo anche la soluzione pronta!”
Basito e incredulo ricambia il mio sorriso!

Diventare dei Maestri non significa andare in giro a fare predicozzi e proselitismi stereotipati sull’Amore, ma significa ascoltare le ispirazioni, pensare, agire, parlare, interagire in modo Amorevolmente diverso, sicuri che tutto questo contagierà anche gli altri!
Tante volte un sorriso fa più di 1000 parole e più di 1000 banconote verdi!
Se da questa luna piena (di fine gennaio) sostenuta da un grandioso eclisse in poi, anche tu hai avuto la sensazione di essere su una montagna russa da voltastomaco, direi che sei nel posto giusto e nel momento giusto.

Hai mai sentito dire che cadendo da cavallo, si risale immediatamente ed è li che ti rafforzi?
E Dio solo sa quante cadute ho fatto da quel cavallo!!!!!!!!!!!!!
Già già, siamo impostati proprio in questo modo: prima dobbiamo toccare il negativo della vita per avere il coraggio di SCEGLIERE il POSITIVO in tutto ciò che sentiamo essere più in risonanza con la nostra vera natura.
Ecco che la percezione che hai dell’uragano che sembra entrato nella tua vita come un fulmine a ciel sereno, comincia a cambiare forma.
Ecco che questo apparente sgretolarsi di mattoni intorno a te, diventa la tua grande opportunità di crescita se solo mostri la tua volontà di scegliere per il TUO BENE MASSIMO, senza la paura di lasciare andare le persone che non ti valorizzano e che non potrebbero comprendere la tua scelta.
L’Amore è Libertà e apertura al cambiamento e non ha nulla a che fare con la paura di perdere.
L’ambiente sterile d’Amore in cui molti di noi sono cresciuti, ora ci è più visibile: sono solo fattori di comodo personali, compromessi, pretese egoistiche e riempimenti dei nostri Vuoti Affettivi , che da anni ci siamo raccontati. Anche noi abbiamo usato gli altri per egotismi personali, proprio come ci hanno insegnato.

Questa struttura vecchia e obsoleta finalmente sta crollando e la nostra percezione dell’Amore è bene che cambi: questo contenitore vuoto d’Amore, ha un solo modo di essere riempito e nessun essere umano potrà mai riempircelo.
La fonte che dispensa è unica ed è universale al di la di come tu possa chiamarla: è l’energia del Creatore di tutto, Dio, Dea, Budda o Alla’.
E’ l’unica Sorgente Divina inesauribile, capace di dispensare AMORE a chiunque abbia l’umiltà di essere MERITEVOLE DI RICEVERE quel tipo di Amore.
Sono certa che queste poche righe ti faranno riflettere e mi auguro dal profondo del cuore, che tu sia davvero stanca/o di tanta Sterilità Affettiva e che tu scelga per la tua FELICITA’.

Un abbraccio luminoso
Monica Righi

X
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: